Nuova Statale 38, cinque mesi di ritardo

Nuova Statale 38, cinque mesi di ritardo

Slitta l’apertura al traffico dell’arteria: a causa dello stop di oltre sei mesi ai lavori nel cunicolo della galleria Selvapiana, la chiusura del cantiere, prevista inizialmente per il mese dicembre di quest'anno, rischia di essere rinviata a maggio del prossimo.

A confermarlo è Francesco Bongio, consulente tecnico incaricato dal Comune di Morbegno di seguire lo stato di avanzamento della grande infrastruttura viaria che sta prendendo forma in Bassa Valle.

«A causa della sospensione delle lavorazioni nel cunicolo Selvapiana dal 16 dicembre 2016 allo scorso primo luglio per la presenza di un notevole quantitativo di acque sotterranee in un ambiente roccioso particolarmente critico - spiega Bongio - e a causa del fermo delle attività di scavo sul fronte ovest della galleria stradale Selvapiana per gli imprevisti geologici (scadente qualità dell’ammasso roccioso e parziale movimentazione delle centine), che di fatto hanno determinato un avanzamento solo dal fronte est, la tempistica delle lavorazioni di scavo e quelle strettamente connesse (realizzazione imbocchi, idraulica, finiture) non rispetteranno quella prevista nel crono-programma. Quindi il termine d’ultimazione contrattuale fissato al 18 dicembre di quest’anno potrebbe allungarsi di circa quattro, cinque mesi».

Posticipando così di un ulteriore lasso di tempo, in genere qualche settimana dalla chiusura del cantiere, la messa in strada della prima automobile sulla nuova statale 38 sino allo svincolo del Tartano, dove si ferma questo lotto del tracciato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare